Maria con te

“Madre di Misericordia”

Galeazzo Campi, Madonna della Misericordia (particolare), San Giovanni in Croce, Cremona

Le litanie lauretane – 25

Quando il Papa ha reso pubblico il decreto con il quale inseriva tre nuove litanie del Rosario, con la direzione della rivista Maria con te, poiché con il commento eravamo già al di là delle collocazione delle due prime nuove litanie, abbiamo pensato di inserire il commento a “Madre di Misericordia” e “Madre della speranza”, dopo le precedenti litanie con l’appellativo “Madre”.
La terza litania “Solacium migrantium”, invece, potremo commentarla nel suo esatto posto.

Maria con te

“Madre del Salvatore”

Pietro Perugino, Ascensione di Cristo (particolare), Cattedrale di Sansepolcro, Arezzo

Le litanie lauretane – 24

La Madre di Colui che ci salva è anche Madre nostra e dunque con facilità può intercedere per noi suoi figli, presso suo Figlio, perché ci salvi, e per molte altre grazie che gli chiediamo o che riceviamo gratuitamente da Lui, spesso senza che ce ne rendiamo conto. 

Maria con te

“Madre del creatore”

Guercino, L’Immacolata Concezione della Vergine (particolare), Pinacoteca Comunale, Ancona

Le litanie lauretane – 23

Rileggendo ciò che dico sulla Madre del Creatore, penso che si sarebbero potute dire anche altre cose, ma sono contento di essere riuscito a inserire quelle che ho scritto nello spazio sempre ristretto di un mezza pagina: passi della Scrittura suggestivi e che mi piacciono molto.

Maria con te

“Madre del buon consiglio”

Madonna del Buon Consiglio (particolare), Roma

Le litanie lauretane – 22

Abbiamo saputo da poche settimane delle tre nuove litanie del Rosario, inserite dal Papa. Quella che commento questa settimana fu un inserimento del 1903, da parte di Leone XIII: ne racconto brevemente la storia.

Maria con te

Madre ammirabile

Pauline Perdrau, Mater admirabilis (particolare), Trinità dei Monti, Roma

Le litanie lauretane – 21

Approfondire i contenuti delle litanie lauretane ci offre la possibilità di soffermarci su ciascuna (quando recitiamo il Rosario scorrono veloci) scoprendovi un complimento rivolto a Maria e anche conoscere volta per volta un’immagine di Maria, spesso per i lettori e anche per me nuova, come è il caso dell’immagine scelta dai grafici della rivista per illustrare l’invocazione di questa settimana: Mater Admirabilis di Pauline Perdrau (1844) a Trinità dei Monti a Roma.

Maria con te

“Madre amabile”

Roger van der Weyden, Madonna con Bambino (particolare), Museo Belle Arti, Gand

Le litanie lauretane – 20

Ecco, su Maria con te del 19 luglio, il commento all’altra possibile traduzione di “Mater Amabilis”, Madre amabile, nel doppio significato di madre che attrae l’amore e di madre esemplare nella virtù dell’amabilità.

Maria con te

“Madre degna d’amore”

Franz Ittenbach, Mater Amabilis (particolare), Galleria Nazionale, Praga

Le litanie lauretane – 19

Nel preparare il commento alla litania corrispondente all’originale “Mater Amabilis”, mi sono accorto che negli elenchi attuali sono presenti due diverse traduzioni: la prima e forse più diffusa è “Madre degna d’amore”, la seconda è “Madre amabile”.
Ho pensato che entrambe potessero meritarsi un commento, perché sottolineano aspetti diversi dell’“amabilità” di Maria.
In questo numero di Maria con te parto con “Madre degna d’amore”.

Maria con te

“Madre immacolata”

Lorenzo Veneziano e Marcello Fogolino, Madonna delle stelle (particolare), Chiesa di Santa Corona, Vicenza

Le litanie lauretane – 18

Dedico il commento alla litania “Madre Immacolata” a precisare il significato di questa invocazione che traduce la litania latina “Mater intemerata”, il cui significato potrebbe non essere immediato cogliere da parte della maggioranza dei fedeli.
Buona brevissima lettura.

Maria con te

“Madre sempre Vergine”

Giovan Battista Salvi detto il Sassoferrato, Madonna con il Bambino dormiente (particolare), Galleria Nazionale delle Marche, Urbino

Le litanie lauretane – 17

Sul titolo di “Madre sempre Vergine” che diamo a Maria nelle litanie, si potrebbero dire tantissime cose.
Una parte importante del corso di mariologia è proprio il trattato sulla verginità di Maria.
Lungo i secoli molti autori, a cominciare dai Padri della Chiesa, hanno predicato, scritto e pregato su questo mistero della nostra fede.

Maria con te

“Madre castissima”

La Sacra Famiglia (particolare), Chiesa dei Carmelitani, Vienna

L’Invocazione “Madre castissima” delle litanie del Rosario mi dà l’occasione per dissipare un possibile equivoco: “castissima” non è un sinonimo di “sempre vergine”, poiché la virtù della castità è adatta ogni stato di vita.
Lo spazio della pagina è breve e quindi mi limito a poche citazioni del Catechismo della Chiesa cattolica.