Senza categoria

LE FOCACCE DI ELIA E L’OSPITALITA’ DELLA CASA DI GESU’, meditazione audio

Anna Maria Trevisan, Non si fa pregare 

Nella domenica XXXII del tempo ordinario, anno B, leggiamo l’episodio del profeta Elia nutrito dalla povertà della vedova di Sarepta. Quella donna generosa offre le ultime gocce del suo olio e l’ultima manciata di farina per fare una focaccia per il profeta, e Dio premia la sua ospitalità generosa facendo sì che quell’olio e quella farina non venissero meno per tutto il tempo della carestia. Questo passo mi ha portato a riflettere sull’ospitalità di Gesù e della famiglia di Nazareth, dalla casa sempre ospitale e aperta. Il primo gesto di Gesù, nel Vangelo di Giovanni, anzi le prime parole, sono un invito  a casa sua: venite e vedrete.
Qui sopra l’acquerello di Anna Maria Trevisan, pubblicato sul mio libro Sorpresi dall’Amore, proprio ad illustrare il racconto di quell’episodio (Non si fa pregare): Gesù presenta sua madre, nella sua casa,  ai due nuovi arrivati.

per ascoltare o scaricare la meditazione cliccare qui

Un pensiero su “LE FOCACCE DI ELIA E L’OSPITALITA’ DELLA CASA DI GESU’, meditazione audio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.