Senza categoria

MARIA. IL MIO CUORE SVELATO. E’ uscito il mio nuovo libro.

E’ uscito. E’ in libreria. Ne ho già presa in mano una copia. E’ un’edizione molto bella e molto curata. Lo splendido quadro di copertina é stampato anche sul cartone interno. Nell’introduzione spiego un po’ come è nata l’idea. Qui vi racconto la storia minore, quella che non si scrive in genere nelle introduzioni. Il 15 gennaio scorso sono andato a trovare suor Gabriella Collesei, che era stata la editor del mio primo libro con Paoline (Più gioia in cielo. Incontrare Cristo e il suo perdono, 2001) e da poco era stata nominata direttrice dell’editoriale. Mi ha chiesto che progetti di scrittura avessi e, tra gli altri, le ho parlato dell’idea, che mi pareva un po’ troppo audace ma suggestiva, di entrare nel cuore di Maria e svelarne il vissuto, perché potessimo conoscerla meglio e più da vicino. Avevo notato in questi due anni come i lettori di Sorpresi dall’Amore. Incontri personali con Cristo rimanessero colpiti dall’entrare nella vita interiore dei personaggi del Vangelo, e pensavo: Maria, è il personaggio più vicino a Gesù, bisognerebbe provare anche con lei.

Mi ha proposto subito di scrivere questo libro, e mi ha detto che poteva diventare il libro strenna di Natale, che loro pubblicano ogni anno affidandolo ad autori diversi, corredato da immagini di pittori noti. Pur avendo in quel momento molto lavoro e non vedendo come avrei potuto, ho tenuto aperta la porta, perché intravedevo la mano di Maria in quella proposta: un regalo, una strenna anche per me. In qualche giorno in montagna a fine febbraio ho provato a buttare giù due capitoli. Poi non mi è stato possibile fare più nulla. Avrei dovuto dare una risposta per metà marzo e ho chiesto a Gabriella una proroga. Mi ha risposto che potevo lavorare tranquillo e dirle qualcosa per Pasqua. Pasqua è passata, sempre molto lavoro…avrei dovuto dare una risposta…ma sono passati i giorni e non mi sono fatto vivo. Pensavo che avessero cambiato idea, ma sono stato risvegliato e ripescato il 10 maggio da una mail:Hai qualche bella notizia per noi relativamente al volume che avevamo previsto come strenna di Natale su Maria? Se si entro il 16 maggio avremmo bisogno delle seguenti informazioni…” Dal 12 al 15 maggio dovevo predicare tre giorni di esercizi a sessanta persone…Ho predicato tutto il corso su Maria, che a partire dal ricordo delle parole dell’Angelo Gabriele nell’annunciazione, ripercorreva tutta la sua vita.  Mi ha aiutato a preparare la scrittura del libro. Ho ottenuto una proroga di una settimana. E in quella settimana si sono liberate alcune ore…La tastiera scorreva, le parole venivano…Mi sono accorto che potevo farcela. il 22 maggio ho inviato la scheda di presentazione dell’impianto del testo, con i tre titoli possibili. Avevo avuto bisogno di trovare un titolo che esprimesse in pochissime parole il contenuto. Ho chiesto aiuto a Lei. ll 25 maggio mi confermano il titolo da me preferito. Mi confermano anche sullo stile, sulla scelta di scrivere in prima persona. Per me è stato così molto più facile esprimere il cuore di Maria, per come posso immaginarmelo, lungo gli avvenimenti della sua vita. Il 6 giugno la editor mi scrive proponendomi alcune copertine, ma chiedendomi se ne avevo una da suggerire, ma nel caso avrei dovuto dirlo entro la mattina successiva, perché bisognava presentare il libro agli agenti… Proprio poche ore prima, in un messaggio di wattsapp, avevo ricevuto in allegato due immagini della Madonna. Una era quella che è diventata la copertina: Maria con il Bambino di Murillo. Maria é proprio nell’atteggiamento di chi sta svelando il suo cuore, guardando il suo Bambino. Sembrava proprio dipinto per illustrare quel titolo. La copertina è stata accettata, e mi hanno chiesto consigli anche sulla posizione e il carattere del titolo e dell’autore. Hanno accolto quasi ogni suggerimento. Un bel lavorare insieme. Poi anche per la consegna del  testo ci sono stati alcuni provvidenziali slittamenti in avanti…gli amici hanno fatto in tempo a leggerlo e a darmi suggerimenti: questo per me è sempre molto importante. il 2  luglio sera, termine ultimissimo, l’ho inviato. Poi altre limature dopo la prima bozza, e la scelta delle immagini, insieme alla editor e al grafico di Paoline. Ogni capitolo degli undici è corredato da ventidue quadri, di autori del ‘500 e ‘600. Mi paiono, tra i grandi del passato, quelli più vicini alla mia sensibilità, che esprimono maggiormente i sentimenti dei personaggi come li posso vedere io. Così la contemplazione del lettore è favorita. Dal 15 gennaio al questi giorni sono passati solo qui nove mesi…quasi il tempo di un bimbo inaspettato. 

Paoline per lanciare il libro mi ha chiesto un articolo per il loro sito: ho scritto una meditazione su Maria sotto la croce, lo hanno pubblicato, mettendo link al nuovo libro. In libreria costa 18 euro, on line é scontato: 15.30. Ecco il link al mio articolo:
Lo carta è patinata, l’edizione  è elegante. Ecco come apre il primo capitolo:


Buona lettura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.